La crescita di Aiky...
 
Notifiche
Elimina tutte

[Sticky] La crescita di Aikyam tra coscienza, denaro e tecnologia


Niccolò Angeli
Post: 128
Servitore
Topic starter
(@nican)
Anima
Iscritto dal: 3 anni fa

Sento fortemente il bisogno di ricordare a tutti noi che Aikyam non è nata per diventare una nicchia protetta di persone che meditano, ma un organismo creativo capace di evolvere e agire nella società, confrontandosi con tutte le sue strutture per usarle in modo intelligente. Vi condivido in questo articolo alcune idee e temi caldi che credo vadano soppesati al più presto: https://aikyam.it/la-crescita-di-aikyam-tra-coscienza-denaro-e-tecnologia/

Possiamo usare questa discussione per commentare o aggiungere a quanto ho condiviso nell'articolo

Grazie!

Etichette discussione
14 Risposte
Silvia Giraudo
Post: 4
(@silvia-giraudo)
Membro
Iscritto dal: 1 anno fa

Credo che sia stato molto giusto che tu, Niccolò, abbia espresso queste tematiche reali. Sinceramente, devo rifletterci ancora bene. Credo che chiunque di noi possa dedicare un po' delle  proprie risorse (esigue, intendo), per sostenere i progetti in cui crediamo. Per quanto riguarda gli aspetti finanziari, io sono proprio quel tipo di persona che non ne capisce nulla, ma temo che il mondo finanziario sia troppo crudo per persone spirituali come noi. Comunque siamo agli inizi,  e andando con calma  tutto si puo' impostare con lucidità e saggezza(si spera!😅😅). Grazie Niccolò 🖐🖐🙏🙏

Rispondi
Joseph Acanfora
Post: 52
(@joseph00)
Umano
Iscritto dal: 1 anno fa

Si, il denaro è il mezzo ...

E dovrebbe essere trattato con persone che abbiano una buona conoscenza delle sue dinamiche...

Sarebbe utile confrontarsi , per questo argomento, con chi tra noi ha una buona conoscenza e padronanza della gestione economica di progetti come questo.

Una idea sarebbe individuare dei contenuti da proporre in vendita, magari editare un libro... non so se mi vengono in mente altre cose le scriverò.

Anni fa partecipai ad una iniziativa dove si fece un libro con aforismi e pensieri di ognuno,  io contribuii con alcuni miei pensieri dandone liberatoria.

Potrebbe essere un idea per autofinanziarsi.

Rispondi
dreamtime
Post: 5
(@dreamtime)
Membro
Iscritto dal: 1 anno fa

Caro Niccolò  e cari partecipanti ,

so per certo che il Divino e le società che vivono con la conoscenza di esso conoscono hanno e concepiscono società completamente diverse , nelle quali non c'è il denaro .In realtà,che ci sia un mezzo o un altro per costruire o far andare avanti le cose...non è poi così importante . Le persone spirituali sanno vedere che cosa si può celare , il disegno e la sacralità che c'è anche in una situazione in cui c'è di mezzo il denaro . Questo è nelle capacità del visionario ma anche nel non chiudersi rigidamente di fronte a un mezzo o a un altro . Si crea abbondanza quando si è disposti a condividere ciò che si ha con gli altri e quando tutto circola senza invidie e volendo vedere gli altri felici . Ahimè .per noi della terra questo viene travisato come un concetto ingenuo , mentre invece da altre parti se la godono nelle cosidette società utopiche..ma questo perché hanno raggiunto il livello di spiritualità necessario che non li porta a ridere di fronte a certe possibilità (e su questo è inutile speculare mentalmente e intellettualmente…perché si tratta dell'amore e della semplicità di esso...seppur queste società siano complesse e semplici allo stesso tempo)

Essendo anch'io dotata di una qualche capacità intuitiva ( anche se per me...è una cosa che affronto con timidezza e spero con il tempo di diventare sempre più padrona e a mio agio con queste capacità),so però che Aikyam fiorirà .Ciò che c'è nel mezzo è il mistero e il viaggio che tutti dobbiamo o potremo forse affrontare insieme .

Rispondi
1 Rispondi
Antonellafmx
(@antonellafmx)
Iscritto dal: 1 anno fa

Anima
Post: 79

@dreamtime ❤️❤️❤️

Rispondi
MissMag
Post: 5
(@missmag)
Membro
Iscritto dal: 1 anno fa

Ciao a tuttiiii!!!che bella l’idea del libroooo!!!!approvo!!!io penso che bisogna amare sia il mondo dello spirito che quello materiale(e il denaro ne fa parte🤣)in fondo viviamo qui e in questa società e riuscire ad amalgamare le due cose penso sia bello.se uno vuole mandare un messaggio spirituale può anche farlo passare attraverso la tecnologia ,progetti e con un ricavato...secondo me la spiritualità almeno qui in questo mondo non dovrebbe essere separata dal resto senno diventa una cosa di nicchia e per pochi invece fa parte della nostra vita anche materiale.io scrivo testi spirituali su musica metal figuriamoci!!!🤣🤣sembra pazzia!🤣invece penso che sia un modo per rompere le barriere...non è detto che chi è spirituale non possa avere un progetto per arrivare alle persone e mandare un messaggio di risveglio e magari essere pagato per il suo impegno!io approvo!!!il libro comunque bella idea!!!ora non me ne vengono altre...ci penserò !baci e buona serata anime belle💕

Rispondi
MissMag
Post: 5
(@missmag)
Membro
Iscritto dal: 1 anno fa

Ahh il mio ragazzo è un bravissimo grafico se servisse😁😁anche per la copertina del libro o altro!!!

Rispondi
Silvia Giraudo
Post: 4
(@silvia-giraudo)
Membro
Iscritto dal: 1 anno fa

Quanto siete bravi, aperti, ingegnosi!👏👏👏

Rispondi
Niccolò Angeli
Post: 128
Servitore
Topic starter
(@nican)
Anima
Iscritto dal: 3 anni fa

Grazie a tutti per questi begli interventi 🙂

Abbiamo spostato le idee nella sezione del forum "Idee" ( https://aikyam.it/forum/idee/) . Pubblicate lì le idee, così saranno ordinate e più facili da ritrovare, mentre questa discussione secondo me dovrebbe essere usata solo per riflettere sul rapporto tra Aikyam e il mondo del mercato, del denaro, della tecnologia.

Rispondi
2 Risposte
JESSICA MANCA
(@jessica-manca)
Iscritto dal: 1 anno fa

Anima
Post: 19

@nican

Parlando del mondo del mercato, del denaro e della tecnologia, vorrei parlare del progetto Nexyiu del quale faccio parte come collaboratore grazie a Niccolò.

Ascoltando l'ultimo video, Prossimi Eventi Aikyam (2021) e riflessioni sugli aspetti finanziari, ho pensato di formare un piccolo team di 3 o 4 persone per espandere la rete di guadagni sponsorizzata da Liberatutti.net (Nico). Nexyiu è cresciuto in maniera ottimale e sulla via di divenire un gigante, almeno in Italia pur conservando l'etica con il quale è stato creato.

Come sempre, due lati alla meglia. In effetti, la crescita è stata tale da dover rinnovare il sistema informatico due volte, rendendo le operazioni molto complicate per utenti e collaboratori. Tuttavia, posso affermare questa idea rivoluzionaria funziona a meraviglia ed è coerente con la mia intenzione di servire il bene comune + generare quattrini da investire nei progetti che abbiamo/ho in mente + iniziare a pagare me stessa.

Nexyiu è un progetto che permette di duplicare , vedi triplicare il potere di acquisto e non solo. Inoltre, genera quattrini. Mi sono lanciata con entusiasmo ma scopro che da sola manco di conoscenze informatiche e disponibilità da dedicare al marketing e/o muovermi nello spazio dei Giganti!  In altre parole, ho gli strumenti ma non sono in grado di farne buon uso. Sono dell'idea che un piccolo team/famiglia  di massimo 5 persone, una sorta di frattale di Aikyam sia l'ideale.

Date un occhiata al link e se vi risuona potremmo metterci al lavoro!

https://user.nexyiu.com/

Abbracci forti e calorosi  (a me piacciono così 😀 ❤️ )

Jessy

Rispondi
Niccolò Angeli
Servitore
(@nican)
Iscritto dal: 3 anni fa

Anima
Post: 128

@jessica-manca 
Non seguo più Nexyiu perchè sebbene il progetto sia valido vedo un problema di base con il sistema del network marketing.
Le relazioni tra le persone finiscono per fondarsi sul reciproco bisogno di guadagnare denaro e questo non mi piace.

E' una mia personale resistenza ma è anche secondo me un problema di base dell'attuale società. Le relazioni dovrebbero fondarsi sul desiderio incondizionato di condividere qualcosa, e da lì magari creare generatori di abbondanza. Con il newtork marketing la cosa è un po' al contrario.

Detto questo Nexyiu per quanto ne so appare ancora stabile e redditizio, anche se come hai detto tu l'assistenza clienti è gestita malissimo e ci sono molti problemi tecnici.

A suo tempo con il progetto LiberaTutti abbiamo trovato un grosso scoglio, perchè l'idea era quella di offrire agli utenti una piattaforma per promuoversi soprattutto online, ma abbiamo scoperto che Google, Facebook & Co. bloccano qualsiasi inserzione o post legato a sistemi di network marketing.

Quindi la strada rimane più che altro quella di promuove il progetto alla vecchia maniera, offline con presentazioni in sala etc.

In ogni caso tu dovresti fare riferimento a Luciano Moschini (dovrebbe esserti arrivata una mail a suo tempo con i suoi contatti, se no scrivimi che te li rimando). Lui è nella nostra upline e può offrire supporto sia a te che ai tuoi iscritti, lavora  a tempo pieno con Nexyiu e si è reso disponibile ad aiutare.

Anche se vuoi creare un gruppo, la cosa migliore è mettersi in contatto con lui.

Mi affascinano certi sistemi finanziari, negli anni ho sperimentato network atipici come Cherrybox, che hanno tentato di risolvere i lati oscuri del network marketing con una distribuzione più orizzontale dei guadagni... ma ti devo dire che ne sono uscito sempre con l'amaro in bocca, per il motivo di cui sopra e cioè che l'idea di "guadagnare denaro" diventata il dominatore di tutte le relazioni.

Uno dei network più etici e sensati che ho studiato è Ringana, un'azienda austriaca che vende prodotti per il benessere con grandissima attenzione all'etica e all'ecologia. Siccome sono prodotti freschi, possono solo venderli attraverso il passaparola perchè andrebbero a male rapidamente se messi in negozio, di qui la loro scelta di fare network.
Non mi sono associato a  loro anni fa solo perchè fiscalmente era complesso e richiedeva un certo impegno di tempo iniziale.

Ma ormai ho capito che mi sento chiamato da altro, ho altre cose da fare qui e devo liberarmi del bisogno di "fare soldi", che ancora ogni tanto sento tornare a galla passando tra le crepe di vecchie ferite.

Comunque tutto questo non deve trattenerti dall'esplorare ciò che senti. Anime come te all'interno di un network possono solo fare bene, aiutano a ristabilire l'equilibrio e a dissipare un po' di illusioni. Però ascoltati spesso... perchè ogni network è anche un egregora e ha una frequenza bene precisa.

Per quanto riguarda Aikyam credo che dovremo esplorare prima o poi l'idea di creare un'azienda che sappia creare abbondanza senza fare del profitto il proprio obiettivo assoluto.
Ci sono già degli esempi di aziende illuminate su questo pianeta, vanno cercati e studiati a fondo.

O magari sceglieremo la scorciatoia e ci impegneremo a vincere una lotteria di gruppo!

Abbraccio

Rispondi
Joseph Acanfora
Post: 52
(@joseph00)
Umano
Iscritto dal: 1 anno fa

Relativamente a ciò, credo che non bisogna porsi la domanda in questi termini...

Piuttosto lasciare che l'embrione prenda una sua fisionomia man mano che cresce...

Ovvio che, essendo nata in una realtà fortemente caratterizzata dalla materialità, ne debba farne parte...

Il danaro è un mezzo, uno strumento, una agevolazione per gli scambi e per la iterazione sociale... la tecnologia è un supporto, una espansione della coscienza umana ma a governare tutto deve esserci la mente ... una mente "umana" ... la filosofia.

Per la prima volta nella storia umana, almeno quella conosciuta, la tecnologia è molto più avanti della filosofia...

Ed ecco che è su questo piano che bisogna lavorare, almeno a pareggiare  questo gap.

Perché le coscienze debbano essere "padroni" , consapevoli delle capacità degli strumenti e non le vittime.

Con amore non per amore.

Jos

Rispondi
Emanuele
Post: 16
(@emanuele)
Anima
Iscritto dal: 1 anno fa

Caro Niccolò,

ho letto attentamente il tuo articolo: "La crescita di Aikyam tra coscienza, denaro e tecnologia".

Tutto quello che hai scritto, ma che anche più volte hai avuto modo di esporre (vedi il video: Il denaro come maestro e servitore spirituale), risuona molto con il mio pensiero.

Mi trovi d'accordo nell'aprire una strada spirituale che vede nell'unione delle forze, la vera forza! Il clou di ciò che intendo si concetra in queste parole da te riportate:

"Mi trovo perfettamente d’accordo con Salvatore Brizzi quando dice che “essere ricco è un dovere di ogni cittadino” (La Via della Ricchezza, Anima Edizioni).
 Se non riacquisiamo il nostro potere economico, imparando le regole del gioco e usandole in base alle intuizioni del nostro cuore, lasciamo quel potere in mano a chi lavora per il lato ombra di questo mondo."

Il preconcetto che distingue la spiritualità dal denaro rischia di rimanere e accentuarne ulteriormente la separazione, se si continuerà su una strada già battuta tante volte. La rigida coerenza degli uni che alimenta quella degli altri e viceversa, senza mai trovare una strada dinamica di mezzo, pronta a dare reale speranza e fiducia.

Compliementi a parte, ti (ri)confermo questa tua ricca donazione di bene che hai investito negli anni! Accademia infinta ne è un esempio eclatante e Aikyam lo sta diventando ancora di più, vedendo un pozzo di idee che piano, piano si stanno formando alla base e che io realmente spero di veder crescere e farne anche parte. Lo dico perchè è giusto, perché a volte è doveroso essere riconoscenti di fronte ad aiuti e coscienze che mi sono state così sincere e vicine.

Cosa posso fare per Aikyam?

Dal punto di vista propriamente materiale, non possiedo ancora un mio personale stipendio, poiché sto cercando di terminare gli studi, per inizare un "lavoro" inerente alla mia strada. Conseguentemente, dipendo ancora economicamente.

Ho prima detto, cercando di terminare, perché gli studi universitari mi hanno sicuramente dato un bagaglio, però d'altro lato mi hanno anche alienato (vedi il metodo di insegnemento che ci sta dietro). In questo periodo, quindi, sto concentrando molte delle mie energie per finire questo percorso al meglio e per trasformare e filtrare il gran bene consapevolizzato a favore di "strade generali" più inerenti al mio essere. Unendo, anche qui, tutto ciò che si avvicina al mio vero sentire. Un esempio attuale è un progetto documentario (video) che sto condividendo e producendo con una mia amica.

Per me, in questo momento, Aikyam è un qualcosa di leggero che sta crescendo e che vorrei si sintonizzasse sempre di più. Nella mia quotidianità, quindi, metto in pratica i nostri principi e valori, anche se (come tutti sappiamo) a volte ci si perde. Conseguentemente vorrei e mi piacerebbe poter collaborare, ma vorrei prima di tutto consocervi e vedere ancor di più lo sviluppo dell'Associazione per liberare l'idea personale di mia partecipazione più concreta.

Emanuele

Rispondi
2 Risposte
Niccolò Angeli
Servitore
(@nican)
Iscritto dal: 3 anni fa

Anima
Post: 128

@emanuele Grazie di cuore. Sentire la tua presenza viva e entusiasta per me è già un grande contributo. Ormai sono abbastanza consapevole che qualsiasi risorsa materiale può essere solo il frutto naturale del tipo di entusiasmo genuino che tu esprimi, altrimenti è una forzatura e non conduce a vera crescita armonica.

Inoltre, io stesso riconosco le mie personali resistenza nell'affrontare questa nuova avventura, così come quelle di chi mi sta accanto, e il fatto che le risorse materiali non arrivino di botto è un modo che abbiamo per darci il tempo di trasformare questi attriti interiori, di renderci più trasparenti alle nostre rispettive missioni di vita.
Abbiamo tutti tanto da imparare qui, ed è bellissimo perchè con questa consapevolezza si crea uno spazio di condivisione particolare. Io condivido molti insegnamenti, è vero, ma questo per me è un modo straordinario di imparare e ricevere; mai come in questo tempo mi sento che più mi espando più mi sento umile di fronte alla potenza che noi tutti, insieme, possiamo generare.

Sento che è molto importante continuare ad unirsi con le meditazioni collettive, abituarsi ad abitare questo campo di energia condivisa; le sto preparando anche in inglese perchè desidero allargare il più possibile questo cerchio. Questo periodo di crisi ha aperto una grande finestra di opportunità, le coscienze di chi è pronto si stanno unendo naturalmente, e contribuire  a questo miracolo mi rende tanto felice.

Abbraccio

 

 

 

Rispondi
Emanuele
(@emanuele)
Iscritto dal: 1 anno fa

Anima
Post: 16

@nican grazie di cuore a te Niccolò!

Sento che queste belle azioni possono espandersi.

A presto,

Emanuele

 

Rispondi