Per me se c’è una cosa che è sacrosanta nella vita, una cosa che è fondamentale nel nostro processo di espansione, è il rischio di essere liberi. Liberi si, perchè spesso succede che ci sentiamo totalmente imprigionati in una situazione… una situazione in cui ci sentiamo in gabbia, profondamente incatenati, come se non si potesse fare niente per potersi liberare da essa.

È fondamentale comprendere che qualsiasi sia la situazione in cui ci sentiamo imprigionati, in realtà non è altro che una gabbia mentale. Solo e puramente mentale. Mentale si, perchè possiamo decidere in questo istante di lasciare andare tutto, ma proprio tutto tutto e rimettersi in gioco in qualcosa di completamente nuovo. Personalmente parlando ho sperimentato fin troppo spesso questa sensazione, e fino a poco tempo fa mi trovavo a vivere una vita che non mi apparteneva veramente, e lo sapevo anche. Ma io no, continuavo ad impuntarmi e impuntarmi a mandare avanti quella vita piatta e apatica che mi creava sofferenza, e me la creava si… perchè dentro fremevo dalla voglia di vivere ma non avevo il coraggio di farlo.

Dunque per me è sacrosanto correre questo rischio, il rischio di lasciar andare qualcosa che non ci appaga più… e farlo per andare incontro ai nostri desideri più grandi, al nostro destino, alla nostra vita… per potersela vivere finalmente appieno, completamente. Dobbiamo correre il rischio di essere felici, ma felici per davvero! E non importa se ancora non sai cosa veramente sia la tua vera felicità, quasi nessuno lo sa mai veramente in realtà… ma il solo lasciar andare qualcosa di finito, vecchio, ormai risolto e buttarsi a braccia aperte in quello che inizialmente sembra un precipizio, crea una cosa meravigliosa, e poi pian piano ci pensa la vita a metterti sul cammino la tua vera felicità.

Ed è vero si, ci si può sentire completamente sopraffatti, preda dell’incertezza e senza il pavimento sotto i piedi. E fa paura credimi, ne fa tanta. Ma è anche vero che quando andiamo a braccia aperte e con estrema fiducia incontro alla vita, decidendo di allinearsi a quel senso di libertà piuttosto che alla paura che comincia a gridarci nelle orecchie, succede che la vita incomincia a vibrare talmente forte insieme a noi che si allinea completamente al nostro sentire e ci spiana la strada.

Lì allora, per me, il segreto rimane sempre quello di prenderla per mano e farsi guidare con entusiasmo a scoprire, giorno dopo giorno, tassello dopo tassello, le fondamenta di una vita tutta nuova, di un ciclo tutto nuovo, quel ciclo che finalmente è… il nostro ciclo, la nostra vita, che finalmente impara ad allinearsi con la nostra felicità. Fin troppo spesso siamo infatti noi ad impedirci di essere felici, e questo perchè ci ostiniamo a continuare a guardare sempre il solito copione, ancora e ancora, sperando che forse finalmente cambi qualcosa, mentre invece sappiamo benissimo dentro noi stessi, ma non vogliamo ammetterlo, che per trovare quella felicità dovremmo semplicemente cominciare a girarne uno nuovo.

Dunque… il mio invito… è quello di non rimandare la vita a domani, di non lasciar passare la vita davanti agli occhi senza neanche afferrarla una volta, di non chiudersi nelle nostre zone di comfort per paura dell’incerto. Perchè una cosa è sicura… che questa vita è preziosa, è un miracolo e può diventare pura espansione se solo ci permettiamo di buttarci a braccia aperte, se smettiamo di limitarci da soli. E non c’è niente di più emozionante di sentirsi pienamente vivi, di fare parte attiva di un processo che prima guardavamo accadere passivi. Di prenderne parte e incarnarlo completamente permettendoli di parlarci, di guidarci, di svelarci i più profondi desideri del nostro cuore e di fidarci completamente… di andarci mano per mano con fiducia e lasciarsi portare alla scoperta del nostro vero essere.

Con quella fiducia che diventa amore incondizionato per la vita e l’esistenza stessa. Che diventa il bellissimo dono della gioia. La gioia di vivere, di amare, di cercarsi e scoprirsi. Quella gioia che diventa il dono più bello che potremmo mai fare allo Spirito stesso, che vi assicuro, ha una voglia matta di divertirsi insieme a noi, di farci gioire e di farci amare sempre di più. Di farci assaporare, goccia dopo goccia, la bellezza di questo meraviglioso dono chiamato vita.

Dunque non rimandare la vita a domani, inizia a viverla oggi. Butta all’aria tutti i fogli dalla scrivania, lascia andare quel vecchio dolore che ormai fa parte del passato, smettila di guardare una direzione che non ti appaga, ascolta tutti e non ascoltare nessuno e liberati, se c’è, anche dal senso di colpa che ti attanaglia il cuore. Non esiste mai veramente nulla per cui sentirsi in colpa, esiste solo ciò che noi permettiamo di far esistere, ciò che noi permettiamo di essere. Piuttosto prendila per mano questa vita e cantala a squarciagola, facci l’amore e fai solo ciò che ti incanta, facendoti incantare da lei di conseguenza. Perchè ti assicuro che di incanto ne è piena, così come è piena di amore, di gioia, visione, passione. Ogni giorno è pieno di sublime bellezza, e sta solo a noi scegliere di aprirsi ad essa. La vita non si può guardare, si deve vedere, sentire, scorgerne l’essenza dietro al velo… ed è in quella visione che la nostra vera vita accade, che l’amore più profondo accade, che l’ordinario si trasforma in straordinario, che accade qualcosa di infinito.

Decidi quindi dove vuoi allinearti, decidilo bene perchè la via luminosa esiste ed è facile da percorrere, ma il bello della vita inizia proprio quando incominciamo a scegliere. Diventando internamente ed esternamente parte attiva del processo stesso che lei è.

Allora non rimandare la vita a domani. Corri oggi il rischio di diventare vivo, di fidarti dell’incertezza e di lasciare andare chi eri per aprirti a chi veramente tu sei. Fai morire oggi tutto quello che deve morire, e sbocciare tutto quello che doveva sbocciare e fermentava dentro te, dagli forma e colore, decidi di essere e non smettere mai di percorrere le strade che ti indica il cuore. Perchè la vita è un processo troppo prezioso per non andare nella direzione che amiamo veramente. Ascolta il tuo sentire, la tua Anima che spesso sta lì a bisbigliarti all’orecchio dove è la tua via luminosa.

Ridi tanto e sii felice, trasmetti la tua felicità e il tuo amore al mondo e gioisci insieme ad esso di ogni cuore che la tua vita ti dona di sfiorare. Ti dona si, perchè in questa vita, almeno per me, non siamo niente senza l’altro, non siamo niente senza la possibilità di poter amare completamente e liberamente, donando tutti noi stessi a quel principio di amore che regola le redini della stessa esistenza. Dunque, ancora una volta, corri quel rischio e sii vivo… e diventa chi veramente sei! e non scordarti mai… che di questa vita non ci si capisce proprio niente, di cosa la regoli, di come faccia a continuare ad accadere da sempre e cosa profondamente ci sia dietro… e che va presa così come è, perchè lei sa meglio di noi, conosce e sente meglio di noi. E dunque… l’unica cosa che ci rimane da fare davanti all’immensità di tutto questo… è semplicemente… inchinarsi ad essa.