Aikyam tra chiese, sette e famiglie mafiose

La creazione di un gruppo spirituale porta sempre con sé il rischio di chiudersi in qualcosa che, anche se non sfocia in un culto, diventa veicolo di vecchia energia.
Il nuovo tempo ci richiede di fare appello alla nostra sobrietà, senza arroccarci intorno a nomi, simboli e filosofie, ma restando aperti e flessibili in ogni momento. Aikyam, per me, rappresenta anche questa sfida.